Windows Mixed Reality: Microsoft fissa un evento per il 3 ottobre

Windows Mixed Reality, ovvero la piattaforma per la realtà mista (leggasi VR/AR) di Microsoft, sarà protagonista di un evento che la casa di Redmond terrà il 3 ottobre prossimo a San Francisco. L'appuntamento consentirà di fare il punto sullo sviluppo del progetto, in vista della commercializzazione dei visori MR che arriveranno sul mercato entro la fine dell'anno, insieme alla nuova major release del sistema operativo Windows 10, sviluppato per supportare il nuovo hardware.

Un portavoce di Microsoft ha confermato che prenderà parte all'evento Alex Kipman, il ''papà" di Hololens, che illustrerà i più recenti progressi compiuti con la piattaforma Windows MR e mostrerà concretamente alcuni esempi di ciò che sarà possibile fare sui PC Windows 10 con i visori MR entro la fine dell'anno.

Si ricorda diversi partner di Microsoft - Acer, Asus, Dell, HP, Lenovo - hanno già presentato i visori MR e che la disponibilità commerciale dei medesimi è fissata per il 17 ottobre prossimo, nello stesso giorno in cui prenderà il via la procedura di distribuzione di Windows 10 Fall Creators Update.


Il best seller rinnovato in chiave 2016? Motorola Moto G4 è in offerta oggi su a 136 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Windows MR: arriva l’app di verifica per PC e preordini per Dell Visor

Il lancio della Windows Mixed Reality si avvicina sempre di più: dopo le prime avvisaglie viste in Windows 10 1703 "Creators Update", la piattaforma è pronta a invadere il mercato con software (il nuovo aggiornamento di Windows 10, versione 1709 "Fall Creators Update") e dispositivi (computer e visori) adeguati. Oggi vi riportiamo il compimento due nuovi "step" che la avvicinano all'obiettivo finale.

Il primo è la comparsa sul Windows Store dell'app Windows Mixed Reality PC Check. Il nome non si impegna certo a nascondere il suo scopo: analizza la configurazione del sistema e indica se l'hardware è idoneo oppure no ad eseguire app e servizi Mixed Reality. È ovviamente gratuita, e si trova sul Windows Store al seguente indirizzo:

Il secondo step è l'apertura dei preordini anche per Dell Visor, il visore Mixed Reality del famoso produttore di computer statunitense che abbiamo visto nel corso di IFA 2017. I prezzi sono perfettamente in linea con quanto annunciato in precedenza: 359,99 dollari per la versione stand-alone, che salgono a 459,99 per chi vuole acquistare anche un motion controller in bundle. La disponibilità effettiva (e di conseguenza le spedizioni) è dal 17 ottobre, un giorno che certo non è stato scelto a caso. Per ora lo trovate solo sul sito statunitense di Dell: basta cliccare QUI.


Il compatto che non vuole arrendersi dalle ottime caratteristiche? Sony Xperia Z3 Compact, in offerta oggi da Amazon Marketplace a 269 euro oppure da Amazon a 470 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Lenovo: il caso Superfish le costerà 3.5 milioni di dollari

Lenovo è tristemente passata agli onori della cronaca nel 2015 per quello che è stato identificato a livello mediatico come il ''caso Superfish". Superfish è lo sviluppatore di VisualDiscovery, un adware precaricato in numerosi portatili a marchio Lenovo. L'adware aveva generato molta preoccupazione sotto il profilo della sicurezza, visto che era facilmente sfruttabile dagli hacker per mettere a segno attacchi di tipo man-in-the-middle (ovvero quelli che, per semplificare, permettono a terzi di spiare i dati degli utenti).

Il polverone mediatico si è dissolto nel corso del tempo, anche grazie ai provvedimenti messi in campo dal produttore per rimuovere l'adware. La vicenda ha comunque danneggiato non poco l'immagine del brand ed è proseguita presso la FTC (Federal Trade Commission) statunitense che nella giornata di ieri è arrivata ad una accordo con Lenovo. La diatriba si chiude in primo luogo con l'obbligo del produttore di versare la somma di 3.5 milioni di dollari a una colazione di 35 stati americani, per porre fine alle preoccupazioni legate all'utilizzo di tali bloatware.

Ma c'è anche un'altra serie di obblighi che Lenovo sarà chiamata a rispettare, come sottolinea la FTC. In primo luogo quelli relativi alla corretta comunicazione all'utente finale della natura del software precaricato:


L'iPhone più grande di sempre? Apple iPhone 6s Plus è in offerta oggi su a 352 euro oppure da Media World a 599 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE